Pietro Zito, promotore di “interculturalità gastronomica”

Home / News / Pietro Zito, promotore di “interculturalità gastronomica”

Lo chef andriese incontra una delegazione di Saga e sperimenta sapori intensi e familiari in abbinamento a gusti nuovi e delicati della cultura giapponese

Venerdì 13 ottobre lo chef andriese Pietro Zito ha organizzato, presso il suo ristorante “Antichi Sapori”, un evento conviviale dal sapore tutto esotico.

Durante la serata i convitati, accolti dal gruppo di giapponesi incaricato di promuovere la propria territorialità in Europa, hanno potuto sorprendere il proprio palato degustando i prodotti tipici della Prefettura di Saga, situata a sud del Giappone e precisamente sull’isola di Kyushu, abbinati e intrecciati a prodotti pugliesi unicamente stagionali.

Il menu ha previsto come ingredienti portanti l’Alga Nori, una tipologia di alga secca proveniente dal mare di Ariake e usata soprattutto per la preparazione del sushi, e il Kamairi Cha, una particolare varietà di tè verde tostato dal sapore croccante e rinfrescante, del distretto giapponese di Ureshino, entrambi prodotti estremamente naturali e genuini perché coltivati senza l’utilizzo di fertilizzanti ed erbicidi.

In un’atmosfera generalmente placida e rilassata, come l’imperturbabilità e la flemma tipiche della cultura orientale si sono accostate con successo alla giovialità specificatamente “occidentale” dei commensali, così il sapore intenso delle pettoline e del pomodoro secco si è sposato perfettamente con quello delicato dell’alga, alimento nel quale hanno trovato completamento numerose altre prelibatezze tipiche del territorio pugliese, come ad esempio il calzone con olive, cipolla e alici, il pancotto con cime di rape e olio di coratina e il sedanino con gamberi e carciofi. Dall’insolito accostamento del tè verde con i prodotti nostrani, invece, sono nati sfiziosi dessert come lo sformato caldo al cioccolato bianco, pane e olio con crema al tè verde e la cartellata all’extravergine con gelatina di mele cotogne e granita al tè verde.

Il tutto scandito dal benaugurante rito del sollevamento delle tazzine di Sake, bevanda alcolica tipicamente giapponese ottenuta dalla fermentazione del riso, al grido del “campai” (nella pronuncia il corrispettivo giapponese del nostro ”alla salute”).

Un banchetto peculiare, dunque, quello che ha celebrato l’”unione gastronomica” tra Occidente ed Oriente, officiata da Pietro Zito, con lo scopo precipuo di valorizzare i prodotti della nostra Puglia all’estero, permettendo nel contempo ai cittadini di Saga di far conoscere i propri in Europa con le loro caratteristiche di genuinità e salubrità, dal momento che spesso l’immagine che si associa al Giappone è quella dei luoghi più noti, ignorando invece realtà come questa, preziosa e rinomata oltre che per i prodotti naturali anche per le sue sorgenti termali, la minuziosa rifinitura di ceramiche e per tanto altro ancora.

edgedoll.com

APPROFITTA DEL NATALE, ACQUISTA I PRODOTTI PIETRO ZITO....MI RACCOMANDO PERO'...ORDINI DA CONFERMARSI ENTRO IL 15 DICEMBRE PER GARANTIRE LA CONSEGNA!
close